La connessione protetta (https) impedisce di vedere alcuni contenuti, come ad esempio i test on line. Per chi volesse visualizzarli in Chrome occorre cliccare sullo scudo che si vede in alto a destra e poi su "Carica script non sicuro"; in Internet Explorer 11 fare clic su "Mostra tutto il contenuto" nella barra che appare in basso nello schermo.

venerdì 22 novembre 2013

Calcolo del valore delle frazioni (scheda) - classe quinta

L'obiettivo di questa prova è quello di verificare la capacità di calcolare il valore della frazione di un quantità discontinua o di un numero e la capacità di risolvere problemi con le frazioni. La verifica è su scheda, con possibilità di scaricarla e stamparla.

Come già avvenuto negli scorsi anni scolastici unirò alle verifiche da stampare un'ulteriore pagina non destinata agli alunni ma agli insegnanti con una griglia per l'attribuzione dei punti, la legenda per i voti ed un'ulteriore griglia per la tabulazione della verifica. E' chiaro che si può benissimo non utilizzare questa griglia, preferendo altri criteri di valutazione ed in tal caso sarà sufficiente fotocopiare la scheda coprendo i punti scritti in calce.
Sono presenti due versioni, una in Word (per dare la possibilità di apportare modifiche) ed una in pdf (1 pagina + griglia).

3 commenti:

  1. Ciao Maestro Giampaolo, mi piace molto come insegni la matematica perciò prendo continui spunti dalle tue lezioni. Ti ringrazio per tutto il materiale che metti a disposizione sull'web, ti garantisco che è di grandissimo aiuto. Mi piace molto anche come hai impostato le verifiche e vorrei sapere come fai ad attribuire il voto una volta individuato il punteggio. Ho cercato di capire quale ragionamento ci fosse dietro, ma non ci sono riuscita. Poichè mi piacerebbe applicare questo criterio di attribuzione dei voti anche ad altre verifiche potresti aiutarmi a capire?
    Ti ringrazio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta stabilito il punteggio per ogni esercizio e, quindi, il punteggio totale, stabilisco il punteggio di sufficienza, solitamente calcolando i 6/10 del punteggio totale. Se, ad esempio, il punteggio totale è 45 il livello di sufficienza sarà a 27. A questo punto calcolo l'intervallo tra il punteggio di sufficienza ed il punteggio massimo (nell'esempio 45 - 27= 18) e divido questo intervallo in 5 fasce a cui assegnerò i voti 6, 7, 8, 9, 10. Nell'esempio 18 : 5 = 3 e quindi ogni fascia dovrebbe avere un intervallo di 3 punti ma, poichè c'è del resto, in relazione alla difficoltà della verifica decido a quale fascia assegnare più margine. Un esempio potrebbe essere quindi 27 - 30 = 6, 31 - 33 = 7, 34 - 36 = 8, 37 - 40 = 9, 40 - 42 = 10. Spero di essere stato chiaro. Ciao.

      Elimina
  2. Gentilissimo maestro Giampaolo, mi ha fatto molto piacere leggere la tua risposta. Sei stato chiarissimo, come sempre. Ti ringrazio e spero di poter sempre usufruire della tua esperienza di Maestro con la "M" maiuscola, quale ti considero, anche se tu non sei d’accordo. Grazie ancora. Ciao :-)

    RispondiElimina